Ucraina, la diretta – Bombe di Mosca su Kherson: “4 morti e 10 feriti”. Uk: “I parà russi tornano nel Donetsk e nel Luhansk”

0
15


Kiev: “A Kherson colpito anche un parco giochi”

“Gli invasori russi hanno bombardato di nuovo Kherson. Verso le 17. Hanno coperto di fuoco un’area residenziale della città. A causa dei bombardamenti, un grattacielo ha preso fuoco, mentre è stato colpito anche un parco giochi “. Lo ha dichiarato Yaroslav Yanushevich, capo dell’amministrazione militare regionale di Kherson, citato da Unian.


Quattro morti e dieci feriti nei raid russi a Kherson

Almeno quattro persone sono state uccise e 10 ferite oggi a causa dei bombardamenti russi sulla città meridionale ucraina di Kherson, da cui le truppe di Mosca si sono ritirate l’11 novembre: lo ha detto il governatore Yarovslav Yanushovich. “Gli invasori russi hanno aperto il fuoco su un’area residenziale con diversi missili. Un grande condominio ha preso fuoco”, ha spiegato Yanushovich.


Ucraina: “17 bombardamenti a Kherson, un morto”

Le truppe russe hanno bombardato oggi 17 volte la città liberata di Kherson, provocando la morte di una persona e il ferimento di un’altra. Lo riferisce Halyna Luhova, capo dell’amministrazione militare cittadina, citata da Ukrinform. Secondo Luhova, dal 20 novembre vi sono stati 62 attacchi dell’artiglieria russa che hanno provocato in tutto otto morti e quattro feriti. Kherson è stata liberata dalle truppe ucraine l’11 novembre, ma rimane sotto il tiro delle forze russe che si sono ritirate sulla riva opposta del fiume Dnipro.


Kiev: “Uccisi consiglieri militari iraniani in Crimea”

Il segretario del Consiglio di sicurezza e difesa nazionale ucraino Oleksiy Danilov ha confermato l’uccisione di consiglieri militari iraniani in Crimea e ha avvertito che saranno presi di mira anche gli altri iraniani che sostengono l’invasione di Mosca presenti sul territorio ucraino occupato. Lo riporta il Guardian. Danilov ha dichiarato che gli iraniani erano presenti in Crimea per aiutare la Russia a pilotare i droni armati Shahed-136 forniti dal governo di Teheran, ma non ha detto quanti sono stati uccisi. In ottobre la stampa israeliana aveva riportato che 10 persone erano state uccise in attacchi militari ucraini in Crimea. L’alto funzionario di Kiev ha aggiunto che qualsiasi ulteriore presenza militare iraniana sarebbe stata presa di mira: “Non si dovrebbe essere dove non si dovrebbe essere”, ha detto, “erano sul nostro territorio. Non li abbiamo invitati qui e se collaborano con i terroristi e partecipano alla distruzione della nostra nazione dobbiamo ucciderli”.


Biden: “Non è il momento di abbandonare l’Ucraina”

“Questo non è il momento di abbandonare l’Ucraina, per nulla”: lo ha detto Joe Biden ai reporter durante la festa di Thanksgiving, visitando una stazione del pompieri nell’isola di Nantucket. “Credo ancora che ci sia abbastanza sostegno”, ha aggiunto il presidente, facendo riferimento all’esito di Midterm dopo le discussioni e i dubbi suscitati in campagna elettorale da una frangia dei repubblicani.


Bombe russe su uno dei quartieri più popolosi di Kherson

Potente attacco dell’esercito russo oggi su Tavriyskyi, uno dei quartieri più densamente popolati di Kherson, città dell’Ucraina meridionale da cui le truppe di Mosca si sono ritirate l’11 novembre: “I russi stanno intensificando i bombardamenti sui quartieri residenziali di Kherson. Dopo i missili di ieri, oggi hanno attaccato 13 volte, è stato colpito uno dei distretti più popolati, Tavriyskyi, nella parte settentrionale della città”, ha dichiarato il consigliere regionale Sergii Khlan, come riporta Ukrinform. Il capo militare Halyna Luhova ha riferito che ci sono distruzioni e il numero delle vittime è in corso di accertamento.


Kiev: “Almeno sei morti nell’attacco russo a Vyshgorod”

“Sei morti, trenta feriti, condomini danneggiati nella città ucraina di Vyshgorod”. Lo ha annunciato Andriy Nebytov, capo del dipartimento della polizia nazionale della regione di Kiev, scrive l’Ukrainska Pravda ricordando che ieri la Federazione Russa ha lanciato un massiccio attacco missilistico su un certo numero di regioni dell’Ucraina, compresa quella della capitale Kiev. colpendo in particolare le infrastrutture energetiche.


Cnn: “Chirurghi ucraini operano con le torce”

Torce elettriche sui tavoli operatori per aggirare i blackout. Ci si attrezza così in Ucraina, paese devastato dai raid missilistici russi e dalle continue interruzioni di corrente elettrica. Lo scrive la Cnn, raccontando l’esperienza del dottor Borys Todurov, capo dei servizi medici presso il Kyiv Heart Institute, che ha pubblicato un video su Instagram che mostra un team di medici che indossano delle lampade frontali mentre eseguono un intervento al cuore su un bambino. L’operazione era in corso quando è saltata la corrente, ha raccontato il dottor Todurov, precisando inoltre che l’ospedale “non ha avuto acqua per diverse ore”. Identica situazione anche all’ospedale Mechnikova nella regione centrale di Dnipropetrovsk dove secondo il direttore Sergii Ryzhenko “decine di pazienti si sono trovati in condizioni critiche mentre erano sui tavoli operatori” proprio quando le luci si sono spente con “anestesisti e chirurghi che hanno acceso le loro lampade frontali per salvarli”. “La mancanza di luce non ci fermerà”, ha dichiarato il ministero della salute ucraino su Facebook.


Kiev: “Bombe russe hanno distrutto un asilo nel Donetsk”

Le autorità ucraine del Donetsk hanno riferito che bombardamenti russi hanno colpito la città di Toretsk, distruggendo anche un asilo. Lo riporta Ukrinform. “I russi hanno lanciato un altro attacco missilistico sulla regione di Donetsk, questa volta prendendo di mira Toretsk. Un razzo russo ha completamente distrutto un asilo”, ha scritto su Telegram Pavlo Kyrylenko, capo dell’amministrazione militare regionale di Donetsk. Secondo quanto riferito, dal 24 febbraio i russi hanno distrutto e danneggiato in totale 682 istituzioni educative nel Donetsk, tra cui 283 asili e 298 scuole. Il 23 novembre, le truppe russe hanno bombardato nove insediamenti nella regione.


Kiev: “Ripristinata l’energia elettrica in tutto il Paese”

L’elettricità è stata ripristinata in tutta l’Ucraina. Lo annuncia il vice capo dell’ufficio di presidenza ucraino, Kyrylo Tymoshenko, su Telegram, come riporta Ukrinform. “L’elettricità è stata fornita a tutte le regioni dell’Ucraina”, fa sapere Tymoshenko. Le prime infrastrutture a ricevere corrente sono state quelle “critiche”, mantre i tecnici sono al lavoro per ricollegare “gradualmente alla rete le utenze domestiche”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui