il Lefay Resort venduto per 59 milioni di euro

0
58

La notizia era nell’aria da tempo, dalla fine dello scorso anno, ora c’è l’ufficialità dopo la pubblicazione – in questi giorni – della nota integrativa al bilancio: il Fondo del Turismo 2 (di proprietà della Cassa Depositi e Prestiti) ha acquisito per 59 milioni di euro il “blocco” gardesano del Lefay Resort, così da “liberare” fondi importanti per investimenti a Montalcino, in Toscana, dopo verrà realizzata la terza struttura griffata Lefay (dopo il Lefay Resort&Spa Lago di Garda a Gargnano e il Lefay Resort&Spa Dolomiti a Madonna di Campiglio, in Trentino).

La vendita alla Cassa Depositi e Prestiti

Così il Giornale di Brescia nel riportare parte della nota: a novembre, si legge, è stata ceduta “la proprietà del complesso immobiliare del Garda, struttura nella quale si svolgono le attività di Lefay Resort Garda, al Fondo del Turismo 2, gestito da CdP. Il prezzo di vendita è stato definito in 59 milioni di euro e include una componente di prezzo condizionata all’esecuzione di alcune opere sull’immobile del Garda nonché l’acquisto di nuovi arredi. Contestualmente, Lefay Resort ha sottoscritto un contratto di retrolocazione del complesso immobiliare di Gargnano della durata di 30 anni, eventualmente estendibile di altri 10 anni, riservandosi l’opzione di riscattare il complesso”.

Investimento da 16,9 milioni in Toscana

Tradotto: il resort gardesano è ora di proprietà della Cassa Depositi e Prestiti (controllata dal ministero dell’Economia), ma continuerà ad essere gestito (in affitto) dal gruppo Lefay. Grazie ai 59 milioni di euro della vendita saranno così “coperti” i 16,9 milioni spesi per la realizzazione della nuova struttura di Montalcino, il Lefay Resort Toscana. “Il gruppo – si legge nel bilancio di sostenibilità pubblicato a fine luglio – punta a completare il portafoglio di strutture in proprietà e gestione diretta in Italia con un terzo resort in Toscana. Parallelamente, l’azienda sta sviluppando il modello Fee-based, ricercando opportunità selezionate, in particolare all’estero, in cui Lefay agisca come operatore tramite contratti di management o affitto”.

Qualche numero dal gruppo: il fatturato consolidato nel 2021 supera i 33 milioni e mezzo di euro, +30% rispetto all’anno precedente; +22% il miglioramento dell’ebitda (il margine operativo lordo). A Madonna di Campiglio sono già state vendute 19 unità immobiliari (su 21 complessive). Le presenze turistiche totali (ovvero i pernotti) sono state 72.800 lo scorso anno, +37% rispetto al 2020. I collaboratori, infine, sono 302: il 60% locali, il 40% ha meno di 30 anni. Parità di genere: il 53% sono uomini, il 47% sono donne.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui