Genova, cinghiale zerbino

0
13





Risvolto tragico della vicenda dell’ungulato trovato davanti alla porta di casa di un condominio nel quartiere Quezzi


 

Il cinghiale di Genova non aveva dunque scelto quello zerbino come cuccia. Aveva, invece, trovato riparo in quel condominio perché moribondo. Quando è stato scoperto, i residenti avevano subito allertato la polizia locale, che, a sua volta, aveva fatto intervenire le guardie regionali per il suo recupero. Subito l’animale, secondo i testimoni, si era mostrato “poco reattivo”. Inizialmente si era pensato a un esemplare anziano.

 

Gli agenti avevano invece potuto constatare che avesse riportato numerosi traumi forse perché investito da un camion. E’ stato allora sedato e soppresso con un’iniezione. La carcassa, riporta sempre Liguria Oggi, è stata poi consegnata ai veterinari della Asl 3 per essere sottoposta a test al fine di accertare eventuali malattie, in particolare per escludere la peste suina.

 

Proprio a proposito di peste suina, un nuovo caso è stato registrato nella giornata del 24 novembre a Busalla (Genova), il tredicesimo dall’inizio dell’emergenza, scoppiata nel dicembre 2021. Lo ha comunicato l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Piemonte Liguria Valle d’Aosta. Anche in questo caso il virus è stato riscontrato in un cinghiale. In undici mesi diventano così 195 le positività totali alla peste suina africana riscontrate nella “zona rossa”, 125 in Piemonte, 75 in Liguria.

 



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui