ricoverata in gravi condizioni, forse è incinta

0
9

A Roma una giovane donna è stata picchiata in mezzo alla strada e ridotta in gravi condizioni. Il cerchio si stringe attorno all’ex compagno

Pubblicato il:




Picchiata a sangue in strada dall’ex compagno. È il dramma vissuto da una giovane donna di origine straniera che nella mattina di martedì 24 gennaio è stata trasportata in ambulanza in gravi condizioni al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Roma.

Aggressione a Roma nei pressi della metro

Gli investigatori stanno lavorando per delineare i contorni della vicenda. Al momento si sa che la donna è stata picchiata nei pressi di una panineria kebab che si trova non distante della fermata della metro Arco di Travertino della linea A.

La giovane, forse incinta, ha cercato la salvezza dandosi alla fuga e correndo terrorizzata e sanguinante fra i passanti. Le prime concitate parole a chi le ha prestato i primi soccorsi sono state “mi ha picchiato”.

Roma metro Arco di TravertinoFonte foto: Tuttocittà

Nell’immagine, la zona dell’aggressione avvenuta nei pressi della metro Arco di Travertino nella periferia sud-est di Roma.

In pochi minuti le volanti della polizia e l’ambulanza hanno raggiunto il posteggio antistante la fermata della metropolitana. Accertate le gravi condizioni della donna, l’immediata corsa in ospedale dove la giovane è stata sottoposta alle cure del caso.

Le sue condizioni, ancora gravi, sarebbero tuttavia lievemente migliorate nelle ore successive al ricovero.

Alcuni agenti sono rimasti sul luogo per acquisire testimonianze e per controllare la presenza di eventuali telecamere di videosorveglianza che potrebbero fornire elementi utili per le indagini.

Indagini che sono affidate agli agenti del commissariato di zona, coadiuvati dagli investigatori della IV Sezione della Squadra mobile, un corpo specializzato nel trattare casi di violenza domestica e di genere.

Donna picchiata a Roma, nessuno ha visto niente

‘Il Messaggero’ riporta il racconto di una commerciante della zona: “Sono venuti i poliziotti, erano tanti, in più di una macchina e hanno cominciato a chiedere a tutti noi se avessimo visto una coppia litigare animatamente oggi (ieri, ndr). Ma qui nessuno si è accorto del fattaccio”.

Col passare delle ore, come riportano i quotidiani, il cerchio sembra stringersi sempre più attorno al presunto responsabile: l’ex della donna, un giovane uomo di probabile origine nordafricana.

Si valuta l’accusa di tentato femminicidio

Per lui l’accusa di lesioni gravi, o forse anche quella di tentato femminicidio. Per perfezionare il capo d’accusa si attende l’esito della prognosi che sarà a breve redatto dai sanitari.

I femminicidi in Italia

In Italia sono state 120 le donne uccise nel 2022. Le statistiche dimostrano che la maggior parte ha trovato la morte per mano di congiunti, compagni, mariti ed ex.



Macchine della polizia

Fonte foto: iStock

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui