apre Sonego-Tiafoe. Live dalle 10 SuperTennix

0
7

PROTAGONISTI – Per le Finals di Malaga il capitano azzurro Filippo Volandri – costretto a rinunciare agli infortunati Sinner e Berrettini, quest’ultimo comunque presente in Andalusia – ha convocato Lorenzo Musetti (n.23 ATP), Lorenzo Sonego (n.45 ATP), Fabio Fognini (n.56 ATP) e Simone Bolelli (n.21 in doppio). Il “collega” statunitense Mardy Fish ha invece scelto di affidarsi a Taylor Fritz (n.9 ATP), Frances Tiafoe (n.19 ATP), Tommy Paul (n.33 ATP) e Jack Sock (n.43 in doppio).

ITALIA – Oltre allo storico trofeo conquistato nel 1976, l’Italia – che quest’anno festeggia i cento anni dalla prima partecipazione – vanta altre sei finali, l’ultima nel 1998. La scorsa edizione gli azzurri guidati dal neo capitano Filippo Volandri erano usciti di scena nei quarti, battuti per 2-1 al doppio decisivo dalla Croazia. Quest’anno si sono qualificati grazie al primo posto nel Gruppo A, sul veloce indoor dell’Unipol Arena di Bologna, grazie ai successi su Croazia (anch’essa qualificata), Argentina e Svezia.

STATI UNITI – Gli USA sono stati il primo Paese a vincere la Davis nel 1900 e con 32 trofei sono la nazione più titolata nella storia della manifestazione: assolutamente imbattibili tra il 1968 ed il 1973 quando si sono imposti in 17 sfide di fila. L’ultima coppa però l’hanno conquistata nel 2007. Alle prime Davis Cup Finals, nel 2019 a Madrid, sono usciti di scena nel round robin così come nel 2021 a Madrid (nel 2020 le Finals non si sono disputate a causa della pandemia). Quest’anno hanno staccato il pass per Malaga arrivando secondi nel Gruppo D, di scena a Glasgow, grazie ai successi su Gran Bretagna e Kazakhstan, mentre sono stati sconfitti dall’Olanda, vincitrice del raggruppamento 

PRECEDENTI – Il bilancio dei precedenti vede gli Stati Uniti in vantaggio per 8 a 4 (1-1 alle Finals con il successo degli USA nel 2019 e la rivincita dell’Italia nel 2021). Gli azzurri – come detto – si sono imposti per 2-1 proprio nell’ultimo confronto, disputato sul veloce del Pala Alpitour di Torino lo scorso anno quando Sonego, Sinner, Fognini/Musetti superarono Opelka, Isner e Ram/Sock.

COSI’ IN TV – I match sono visibili su Raisport, su Sky Sport e su SuperTennix, la piattaforma di streaming on line della Federazione Italiana Tennis.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui