psicodramma Olimpia Milano, anche il Fenerbahce espugna il Forum – OA Sport

0
8

Non segna più Milano, che quando si blocca va in panico, ha giocatori che hanno paura di tirare e, così, le avversarie ringraziano e vincono senza entusiasmare. Al Forum passa anche il Fenerbahce, con l’Olimpia che nel secondo quarto tocca il +16, ma poi si spegne (13 punti in 15 minuti a cavallo del secondo e terzo quarto!) e raccoglie il sesto ko consecutivo. Saranno dimissioni per Messina?

Parte con una tripla di Kevin Pangos la sfida verità per Milano, ma è un’illusione, perché le percentuali da dentro l’arco si confermano quelle viste con l’Efes e Fenerbahce che può mettere a segno un miniparziale di 5-0. Alza il livello in difesa la squadra di Messina e a metà quarto la tripla di Luwawu-Cabarrot fa esplodere il Forum e +4 per l’Olimpia. Ancora il francese allunga per i padroni di casa, con i turchi che faticano, ma restano comunque a due possessi di distanza da Melli e compagni. Mitrou-Long e Alvini, però, colpiscono da lontano e si va al primo stop con l’Olimpia avanti 21-15.

Parte ancora meglio Milano nel secondo quarto. Difesa durissima, attacco che finalmente trova i canestri che mancavano da giorni, con Mitrou-Long scatenato che segna la tripla, incita il pubblico, poi è Devon Hall che prima blocca in difesa, poi mette la tripla e Milano che vola sul +12. Giocata da urlo di Niccolò Melli in difesa, poi l’azzurro è dall’altra parte e schiacciata per il parziale di 14-6 e Milano che va sul 35-19. Cade male Alviti, che deve uscire, e controparziale del Fenerbahce che con 5-0 li riporta a -11. Calathes mette la tripla, con Milano bloccata in attacco e timeout sul +8 dell’Olimpia. Torna la paura tra i ragazzi di Messina e passano 5 minuti prima che Voigtmann sblocchi i suoi (dopo un brutto errore), ma la tripla di Wilbekin vale il 37-33 con cui si va al riposo e Milano ha buttato via 12 punti di vantaggio.

Calathes riporta a un possesso pieno di svantaggio la squadra turca, con il parziale che sale a 15-2 per il Fener da metà secondo quarto e Olimpia che continua a faticare al tiro. È stregato il canestro e si rivedono i fantasmi delle ultime uscite d’Eurolega per Milano. Fenerbahce molto falloso in questo momento, con tre falli fatti in meno di un minuto, ma non ne approfitta la squadra di Messina, ancora ferma al canestro di Voigtmann a fine primo tempo. Arriva anche un antisportivo a Melli, pareggio di Calathes, poi finalmente arrivano i primi punti della ripresa per Milano con Luwawu-Cabarrot dopo 3 minuti. Si lotta punto a punto ora, con Guduric che da oltre l’arco dà il +2 al Fenerbahce, mentre Milano perde Pangos per l’ennesimo infortunio tra i biancorossi. Olimpia che trova una tripla con Mitrou-Long, ma continua a dover inseguire e Melli che commette il quarto fallo e giocata da tre punti per Istanbul che riallunga sul +4. Due palle perse malamente da Calathes tengono viva Milano, che però non segna veramente più e Guduric da oltre l’arco la punisce e +7 per gli ospiti. Messina insiste con un quintetto in confusione e si va all’ultimo stop con il Fener avanti 48-58 e Olimpia che sembra in completa crisi mentale.

Non cambia musica a inizio ultimo quarto, con il Fener che scappa via e Milano che non segna più. Follia di Devin Booker, che prima fa fallo su Hall mentre sta tirando una tripla impossibile, poi si fa fischiare tecnico e Milano si ritrova a -10 senza sapere perché. Hall ci riprova, trova una tripla e Olimpia che torna in singola cifra di distacco, ma nuovo controparziale Fener che spegne il poco entusiasmo che si era ritrovato al Forum. Ancora fallo a Hall, poi a Melli (che segna anche) che sbaglia il tiro libero e si resta sui 10 punti circa di svantaggio a 6’ dalla fine. Olimpia che, però, non può trovare un parziale per riaprire il match se non segna e, così, nonostante i buoni segnali mostrati da Hall è sesto ko consecutivo per Milano che perde 72-82 e ora è ufficialmente in crisi. E la domanda è: cosa farà Messina ora?

Credits: Ciamillo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui